Coronavirus, “Profumerie aperte? prodotti a volte indispensabili”