Convegno internazionale “L’efficacia dei prodotti cosmetici: principi, metodi e comunicazione”

Valorizzare e promuovere il valore scientifico del cosmetico: sarà questo lo stimolo proposto dal Convegno internazionale organizzato da Cosmetica Italia nella giornata inaugurale di Cosmoprof Worldwide Bologna 2023.

L’appuntamento, intitolato “L’efficacia dei prodotti cosmetici: principi, metodi e comunicazione”, si svolgerà venerdì 17 marzo (ore 10) presso la Sala Italia del Bologna Congress Center.

«Sui prodotti cosmetici che utilizziamo quotidianamente troviamo spesso dei claim che ne descrivono l’efficacia. Alla base di questi claim c’è un processo multidisciplinare e complesso che comprende test scientifici finalizzati a costruire un solido supporto probatorio per queste dichiarazioni e un’attenta analisi di questi risultati che devono poi essere adeguatamente comunicati al consumatore – sottolinea Lorenzo Zappa, presidente del Comitato Tecnico di Cosmetica Italia – Emerge anche in questo caso la rilevanza della componente scientifica del settore cosmetico e dei suoi professionisti, un tratto distintivo che ne garantisce affidabilità e sicurezza dell’offerta».

Sarà proprio Lorenzo Zappa a moderare il convegno che, dopo i saluti istituzionali del presidente di Cosmetica Italia, Benedetto Lavino, e di BolognaFiere, Gianpiero Calzolari, ospiterà gli interventi di cinque esperti di livello internazionale che affronteranno da diversi punti di vista il tema dell’efficacia dei cosmetici.

Dai test eseguiti per verificare l’efficacia dei cosmetici, a come i risultati di queste analisi permettono di caratterizzare la comunicazione al consumatore, fino alla percezione di questi messaggi da parte del pubblico e ai controlli che ne garantiscono la correttezza.

Saranno questi gli spunti a partire dai quali si alterneranno sul palco gli interventi di: Manuela Coroama (Technical Regulatory and International Affairs – Cosmetics Europe), Marisa Meloni (CEO di Vitroscreen), Alessandra Semenzato (Dipartimento di scienze del farmaco, Università di Padova), Beatrice Mautino (biotecnologa e divulgatrice scientifica) e Monica Davò (responsabile area tecnico-giuridica, IAP).

«Accanto al valore economico, che permette di annoverare l’industria cosmetica tra i comparti chiave del made in Italy, e alla rilevanza dal punto di vista sociale della nostra offerta, data dal saper rispondere a esigenze fondamentali di igiene, cura di sé, benessere e prevenzione, il settore cosmetico ha una terza e altrettanto importante anima, quella scientifica – commenta Benedetto Lavino, presidente di Cosmetica Italia – Il nostro settore è letteralmente guidato dalla scienza: basti pensare che  circa il 6% del fatturato delle nostre aziende, il doppio della media nazionale, viene investito in ricerca e sviluppo con l’obiettivo di proporre prodotti dai sempre più elevati standard di qualità, sicurezza e innovazione. Ricordiamo inoltre che a livello europeo, sono oltre 32mila gli scienziati costantemente impegnati nella ricerca e nello sviluppo di prodotti cosmetici, a ulteriore testimonianza dell’importanza della ricerca scientifica per il nostro settore».