Antonio Stocchi è il nuovo presidente di Camera Italiana dell’Acconciatura

Camera Italiana dell’Acconciatura, l’organizzazione di filiera fondata da CNA Unione Benessere e Sanità, Confartigianato Acconciatori e Cosmetica Italia, ha eletto in occasione della propria assemblea un nuovo presidente.

Antonio Stocchi ha ricevuto il mandato di presidenza per il prossimo quadriennio raccogliendo il testimone di Lino Fabbian.

Acconciatore aretino con carriera trentennale ed esperienze stilistiche in Italia e all’estero, Antonio Stocchi è stato presidente per due mandati di CNA Benessere e Sanità Toscana e, dal 2013, ne è presidente a livello nazionale.

«Accolgo questo incarico come un’importante responsabilità, specie in questo momento storico in cui la filiera dell’acconciatura professionale è chiamata ad affrontare una grande sfida. I saloni scontano le conseguenze dei mesi di lockdown che, per tutelare la salute di operatori e clienti hanno costretto alla chiusura – ha dichiarato il neo presidente di Camera Italiana dell’Acconciatura, Antonio Stocchi – Ora più che mai occorre fare leva su formazione, aggiornamento e qualificazione, per far emergere la propria professionalità; non dimentichiamo poi gli stimoli che, anche il periodo così complesso che stiamo vivendo a seguito del lockdown, può fornirci come ulteriore occasione di miglioramento: penso, ad esempio, alle opportunità offerte dall’evoluzione digitale che negli scorsi mesi ci hanno consentito di mantenere o rinsaldare la relazione “a distanza” coi nostri clienti».

Il neo eletto ha inoltre ringraziato il presidente uscente Lino Fabbian che ha guidato Camera negli ultimi quattro anni. «Avere l’incarico di presidenza di Camera Italiana dell’Acconciatura ha significato raggiungere importanti traguardi nella valorizzazione della nostra filiera, con una particolare attenzione ai giovani talenti e alla formazione – ha commentato il past president Fabbian – Lo scenario che ha aperto l’emergenza Covid-19, seppur in un contesto drammatico, ci ha permesso di portare all’attenzione delle Istituzioni l’importante contributo dei saloni dal punto di vista economico, occupazionale e nel saper rispondere alla richiesta di benessere dei cittadini rispettando elevati standard di sicurezza».

Nel corso dell’assemblea sono stati nominati anche i due vicepresidenti, Gianni Manzetti (Farmen International Cosmetics Distribution s.p.a.) e Tiziana Chiorboli (presidente nazionale Confartigianato Benessere); a quest’ultima è stato inoltre affidato l’incarico di Responsabile Internazionale di Camera.

Secondo i dati elaborati dal Centro Studi di Cosmetica Italia, nel 2019 i consumi di cosmetici nel canale acconciatura hanno raggiunto i 590 milioni di euro, in crescita dal 2% rispetto all’anno precedente. Questo valore comprende sia i prodotti utilizzati per i servizi che per la rivendita.