È il tempo della bellezza consapevole

Consapevolezza, trasparenza e rispetto dell’ambiente. Con questi temi si apre la giornata inaugurale di Cosmoprof Worldwide Bologna che, come consueto, propone il convegno internazionale coordinato dall’Associazione nazionale delle imprese cosmetiche (venerdì 15 marzo, ore 10-13 | Sala Italia del Palazzo Congressi).

Il tempo della bellezza consapevole. Consumi, regole e imprese verso l’economia circolare è il titolo dell’appuntamento, che vedrà la partecipazione di esperti del settore, stakeholder e stampa. I relatori coinvolti e i contenuti che saranno proposti testimoniano la crescente esigenza, trasversale a tutti i settori, di muoversi verso uno stile di vita sostenibile.

«Per le aziende è fondamentale comunicare ai consumatori i propri valori, le caratteristiche dei propri prodotti e anche le scelte su temi chiave come quello della sostenibilità – dichiara il presidente di Cosmetica Italia, Renato Ancorotti – Web e social ci pongono di fronte a informazioni facilmente accessibili, dandoci l’impressione di avere tutti gli elementi per giudicare e scegliere. Tuttavia, è determinante verificare l’attendibilità di questi fonti. La collaborazione tra industria e istituzioni è un elemento chiave per contrastare le fake news e tracciare il percorso per una corretta divulgazione scientifica». 

«Nel settore cosmetico si era soliti segmentare il consumatore in base al tipo di pelle o all’età e tale approccio risultava facile e immediato. Adesso invece si lavora per nicchie di bisogni, caratterizzate da un trend comune di approccio del consumatore più consapevole e interessato a particolari tematiche, che vanno dalla performance del prodotto, passando per gli ingredienti utilizzati, fino ad arrivare all’attenzione per l’impatto ambientale del prodotto nel suo insieme – commenta Mercedes Procopio, presidente del Comitato Tecnico di Cosmetica Italia Sempre più spesso accade che le esigenze del consumatore precedano la regolamentazione: le imprese si trovano a dover affrontare situazioni non ancora previste dalla legge, che devono comunque essere gestite in tempi più ristretti di quanto prevede un normale iter normativo».

Dopo gli indirizzi di saluto del presidente di Cosmetica Italia, Renato Ancorotti, e del presidente di BolognaFiere, Gianpiero Calzolari, la moderazione della giornalista Maria Luisa Pezzali introdurrà i numerosi interventi. Ad aprire il convegno sarà la divulgatrice scientifica Beatrice Mautino che illustrerà gli strumenti necessari per comunicare il valore scientifico dei cosmetici.

La prima parte del convegno vedrà poi protagonista Gerald Renner, Direttore technical regulatory and international affairs di Cosmetics Europe, che illustrerà le issue regolatorie che l’industria europea sta affrontando. A seguire, la prima tavola rotonda coinvolgerà Marcella Marletta (Direttore Generale della Direzione Generale dei Dispositivi Medici e del Servizio Farmaceutico del Ministero della Salute), Mercedes Procopio (Cosmetica Italia), Gerald Renner (Cosmetics Europe) e Sergio Veroli (presidente Consumer’s Forum).

Nella seconda parte del convegno, Cristiana Gaburri, Direttore della direzione centrale tecnico scientifica di Federchimica, spiegherà cosa si intende per economia circolare e in che modo impatterà nel futuro su tutto il comparto industriale. In chiusura, una seconda tavola rotonda metterà a confronto Gianfranco Fabi (giornalista-opinionista), Nicoletta Fascetti Leon (Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare – Sogesid), Cristiana Gaburri (Federchimica) e Matteo Locatelli (vicepresidente di Cosmetica Italia con delega alla sostenibilità).